Impianti Antincendio

Brio Impianti realizza impianti antincendio e di rilevazione gas per abitazioni private, locali commerciali, strutture turistico-alberghiere, aziende e per qualsiasi altra tipologia di utenza, assicurando controllo e cura dall'inizio dei lavori, fino alla consegna dell’impianto al cliente.
Gli impianti vengono realizzati secondo le specifiche richieste dei nostri clienti, collaudati e messi in opera finiti e perfettamente funzionanti, ed il nostro personale illustra le varie caratteristiche e funzionalità.
Gli impianti antincendio, in particolare, richiedono l'obbligo della redazione di un progetto, in quanto questi ambienti sono classificati come Ambienti a Maggior Rischio in caso di Incendio, e come tali richiedono il controllo dell'attività da parte del competente Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.
Gli impianti di rivelazione di gas invece, hanno l’importante funzione di rilevare automaticamente la presenza nell'aria di una determinata concentrazione di gas o di vapori attivando i dispositivi di allarme per evitare incendi o esplosioni.
Il tipo e la disposizione dei rivelatori di gas dipende dal particolare gas da rilevare, dalle condizioni dell'ambiente, dalla geometria degli spazi e dall'area da sorvegliare.
La realizzazione degli impianti avviene quindi successivamente al sopralluogo e al recepimento delle sempre maggiori osservazioni e prescrizioni fatte dai Vigili del Fuoco, nel rispetto di quanto previsto dalla norma UNI 9795 che, prima fra tutte, fornisce i criteri per la realizzazione e l'esercizio dei sistemi fissi automatici di rivelazione, di segnalazione manuale e di allarme d'incendio, dotati di rivelatori ottici lineari di fumo e di punti di segnalazione manuali. Altri riferimenti normativi, sono: UNI EN 54/1, UNI EN 54/5, UNI EN 54/6, UNI EN 54/7, UNI EN 54/8 e UNI EN 54/9 (Componenti dei sistemi di rivelazione automatica d'incendio), oltre a CEI 20-36 (Prove di resistenza al fuoco dei cavi elettrici) e CEI 64-8 (Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1.000 V in corrente alternata e a 1.500 V in corrente continua).
L'utilizzazione più semplice è quella di comandare una suoneria di allarme ed eventuali automatismi dell'impianto, compreso un sistema automatico di spegnimento.
La documentazione rilasciata a fine lavori sarà composta dagli schemi elettrici dei quadri realizzati, dalla documentazione di collaudo degli stessi, dalla Dichiarazione di Conformità, che ha la funzione di omologare gli impianti ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n° 462/01, oltre alla documentazione prevista dalle norme vigenti, comprese le attestazioni, redatte in conformità ai modelli predisposti dai Vigili del Fuoco e tutte le certificazioni relative ai dispositivi installati, comprovanti la conformità alle norme di prodotto.

La funzionalità dell’impianto antincendio e dell’impianto di rilevazione gas deve essere verificata regolarmente, anche al fine di controllare lo stato dei sensori e per garantire affidabilità costante, senza interruzioni e soprattutto senza falsi allarmi.
Inoltre, grazie anche alla professionalità e la disponibilità che da sempre ci contraddistingue, il nostro personale qualificato e aggiornato sui tutti i nuovi prodotti, saprà consigliarvi le migliori soluzioni adatte alle vostre esigenze, esaudendo qualsiasi richiesta.